TOP TEN DI CAVOLATE SUI CANI: RISPONDE L’ EDUCATORE CINOFILO.

by Giuliana Giannattasio

Educatore cinofilo

Di Paola Volpe @Istruttorecinofilo_paola_volpe

Da educatore cinofilo, rido per non piangere, su una raccolta di perle di saggezza, purtroppo in continua evoluzione! Qui di seguito le 10 cavolate cinofile più frequenti.

AL PASTORE TEDESCO, PER FARLO AFFEZIONARE, GLI DEVI SPUTARE IN BOCCA.
Ovviamente vale anche il contrario: per fare affezionare il padrone, il Pastore Tedesco può sputargli in bocca.

IL CANE SI ACCAREZZA UNA SOLA VOLTA AL GIORNO.
Altrimenti fa i pallini come i maglioni e si infeltrisce.
Sappiatelo voi che avete cani a pelo lungo.

LA PETTORINA NON SI METTE D’ESTATE, PERCHÉ FA SUDARE.
D’inverno, invece, gliela potete mettere così non si raffredda.

Educatore cinofilo.

QUANDO IL CANE NON VUOLE ESSERE TOCCATO, CAMBIA COLORE SULLA GROPPA.
La piloerezione, può apparire come un cambiamento di colore (con fantasia), ma è un mezzo di comunicazione del cane.
Indica uno stato d’animo paragonabile all’eccitazione.

“AH, HO CAPITO PERCHÉ QUESTO CANE [femmina, ] HA LE MACCHIE MARRONI! AI DALMATA CAPITA QUANDO NON FANNO MAI NEANCHE UNA CUCCIOLATA!”: bracco tedesco Vs Dalmata

Educatore cinofilo.

LA CARNE CRUDA RENDE IL CANE AGGRESSIVO.
“AL mio cane non gliela faccio assaggiare la carne. Ho i bambini piccoli in casa!”
La carne cruda non ha alcun effetto collaterale di questo tipo sui cani. Molti sono alimentati seguendo i principi della dieta BARF (Biologically Appropriated Raw Food), che prevede somministrazione di proteine animali a crudo.

IL PITTBULL QUANDO VA IN PRESA RESPIRA CON LE ORECCHIE.
Ripetete con me: “Pit Bull”, una T, staccato.
Ripetete con me: “Il Pit Bull non è un molosso, il Pit Bull non è un molosso, il Pit Bull non è un molosso
Non credo sia necessario dare spiegazioni su questo.

Cani sul divano.

IL CANE CHE DORME SUL DIVANO/LETTO È DOMINANTE.
Partiamo dal presupposto che il cane è un dormitore sociale. Questo vuol dire che, per sua genetica, riuscirà ad avere una qualità del sonno sufficiente solo se potrà riposare in compagnia.
Condividere il letto o il divano col proprio cane, purché sia una condivisione appunto e non un’ appropriazione indebita, non farà altro che rafforzare il vostro rapporto.

“IL CANE È FATTO PER VIVERE IN GIARDINO PERCHÉ I PELI SOTTO LE ZAMPE LO FANNO SCIVOLARE SUI PAVIMENTI DI CASA”.

“HO UN ASCK DI 7 ANNI”
“Un che?” “UN ASCK” “Ah, un Husky?”


Continua su YT FB

You Might Also Like