GATTI ANZIANI, TENEREZZA E DIGNITÀ.

by Giuliana Giannattasio

Gatti anziani

Di Giuliana Giannattasio

Chi ha la fortuna di vivere con un micio in età avanzata, sa che i gatti anziani chiedono poco ma sanno donare ancora molto ai loro umani!
Conservano tenerezza e dignità, amano i posti caldi più di un gatto giovane, fanno pochi spostamenti e apprezzano le piccole premure che un vero gattofilo sa riservare loro.

Essere in ascolto è sempre la base per ogni buon rapporto e una valida comunicazione. Per patologie più o meno importanti o anche solo per gli acciacchi degli anni, i gatti anziani si contentano di poche cose certe, dunque è bene non sottoporli a cause di stress, che i gatti già  accusano in particolar modo per natura.
È bene evitare viaggi e spostamenti, non modificare la disposizione di mobili, ceste, tiragraffi, postazione lettiera e punti ristoro.
Ogni minima variazione potrebbe creare ai nostri nonnini un disagio per noi impercettibile, tuttavia significativo per loro.

Grace, felv positiva, salva grazie all’adozione di Giovanna. In strada non ce l’avrebbe fatta.

Sebbene un gatto over 10 sia già nella fase calante della sua esistenza, molti gatti vivono questa età da perfetti giovani adulti. Questo non deve indurci però, a sottovalutare la loro condizione e le attenzioni di cui hanno bisogno.
Consiglio dunque di monitorare lo stato di salute con visite di controllo veterinarie, limitando il numero degli incontri a quanto necessario e secondo il carattere del micio, per evitare fonti di stress spesso inutili.

Ricordate che i mici fiv/felv positivi potrebbero richiedere una maggiore attenzione e controlli vet, per quanto sia ormai noto a tutti che la loro vita in casa (diversamente da quella in strada), ci consente di vederli affrontare gli anni come i mici negativi alle patologie virali feline, che incidono principalmente sul sistema immunitario.

Lilly si gode il tepore del sole

In foto copertina Lilly, affetta da una malformazione genetica agli arti anteriori. Raccolta a due mesi di vita dalla strada, non sarebbe mai sopravvissuta senza l’incontro fortunato con Francesco.
Vive con noi da 12 anni e comincia a sentirli tutti, forse prima del tempo vista la sua costituzione fisica diversa dalla normalità!
Lilly ha imparato a chiedere di essere coccolata ora più che mai. Ama le borse termiche con cui vive in simbiosi da ottobre a maggio, tiene molto alle sue abitudini e alla sua poltrona preferita.
Passa giorni interi nella sua cesta e controlla sempre che nessuno le abbia spostato la sedie accanto al tavolo che le consentono di arrivare alla ciotola.

Leo, 16 anni, adottato dal gattile a 6 anni, da Martina.

La cavità orale è uno dei punti da tenere sotto maggior controllo. La condizione di denti e gengive è fondamentale che sia monitorata!

Non dimenticate mai di raggiungere il nostro micio anziano per qualche minuto di coccole, il fatto che non venga lui da noi, non vuol dire che non senta il bisogno di tutto nostro affetto e della cura che gli offriremo ogni giorno finché resteremo insieme.
I mici anziani non chiedono, ma ci aspettano, ce lo dicono con uno sguardo, un po’ di fusa stanche, gli occhi socchiusi al nostro passaggio, sereni di saperci lì, accanto a loro.

LEGGI ANCHE🐾

You Might Also Like