ADOTTARE UN CANE ADULTO, OTTIMA SCELTA!

by Giuliana Giannattasio

ADOTTARE UN CANE adulto

Di Giuliana Giannattasio

È l’ultima cosa che si pensa di fare, adottare un cane adulto! La scelta cade quasi sempre sui cuccioli, secondo la radicata convinzione per la quale un adulto non saprebbe apprendere nulla in quanto tale.
Ed è qui che trova le sue fondamenta la frase più sentita da chi si occupa di adozioni: ” lo voglio cucciolo perché così me lo cresco io”.

Nulla di più sbagliato! Se i cuccioli bisognosi di casa sono di certo tanti e decisamente irresistibili, i cani adulti (o comunque dai 6 mesi in su), restano a disperarsi nei canili o in strada, a causa di un’ assurda teoria!
Adottare un cucciolo da associazione o dal canile, resta un gesto utile e lodevole, tuttavia è bene ricordare che andremo a scrivere su una tabula rasa di un “bambino”, ogni indicazione, ogni abitudine ed informazione, con tutte le complicazioni del caso che richiedono maggior tempo, competenza e pazienza. Gli errori commessi sarebbero difficilmente recuperabili.

Diversamente un adulto, che venga dalla strada o da una cella in prigionia, saprà accogliere egualmente ogni indicazione e comunicazione del suo umano (purché gestita correttamente), ma con la saggezza e l’equilibrio di un soggetto già maturo!
Tutto a vantaggio della famiglia che lo ha fatto suo membro e del cane stesso. Adozione fortemente consigliata se in casa sono presenti bambini! Il binomio cucciolo/bambino è estremamente delicato, lo sconsiglio vivamente.

In buona sostanza accogliere un cane adulto è decisamente più semplice. Sfato ogni mito del tipo: ” non imparerà a fare i bisogni fuori, non seguirà i comandi perché non è abituato, non si affezionera’, non cambierà le sue abitudini ….” e via dicendo.
Un adulto sa fare tutto questo e tanto altro, ed esattamente come un cucciolo ma con minore sforzo per noi, soprattutto per la gestione dei bisogni! Le difficoltà ci sono, è chiaro, in ogni caso, adulto o cucciolo che sia ed è necessario esserne consapevoli e capaci di lavorare per stabilire una relazione sana, fatta di fiducia e rispetto, ascolto e dedizione da entrambe le parti, che conduca alla risoluzione nel tempo di ogni problema.
Un buon educatore cinofilo saprà aiutarci a gestire al meglio ogni tipo di adozione.

Tanti adulti restano ergastolani in canile a cause di assurde convinzioni degli umani che li condannano alla solitudine per sempre.
Non è stato così per Marley, esempio perfetto di inserimento in famiglia in appartamento.
Marley ha 4 anni, 30 chili, probabile pastore di greggi. Vagava randagio sul territorio di Buccino Sa dove pare gli accalappiamenti siano frequenti.
Segnalato poiche’ cane aggressivo, entra nel canile di Luogosano “La casa di Billy”.
Ne esce dopo qualche mese, lo vado a prendere personalmente al secondo viaggio, dopo un po’ di burocrazia.
Lasciarlo lì proprio non mi andava giù.

Marley mi guarda con la testa china, chiede il permesso di esistere con la sua coda incerta. Sale in auto subito, va a guinzaglio con un certo entusiasmo, adora tutti i passanti a cui chiede coccole, rispetta i gatti, gioca con ogni suo simile, non ha mai sporcato in casa. Rispetta pazientemente l’anziana e acida simil pincher Giulia da cui si fa rubare cibo e palline!
Adora passeggiare e giocare come il cucciolo che non è mai stato. Ha imparato pian piano a comunicare, ad ascoltare, ad espimere  cio che prova, a sorridere e vivere senza più timori. Ama la pizza e le coccole!

Io e Marley a pochi giorni dal suo arrivo.

Adottare un cane adulto è una scelta che richiede una sensibilita superiore, una coscienza civica più alta della norma, ma sempre più diffusa, edificata sulla conoscenza e competenza cinofila, sull’informazione corretta e l’esperienza condivisa di chi ha salvato una vita invisibile, che oggi ha un nome e ha ritrovato la sua dignità, che è salva per mano dell’amore!

Per adottare https://www.facebook.com/zampine

In copertina Principessa! La sua storia da fiaba da non perdere 🐾

LEGGI ANCHE🐾

You Might Also Like