OCCHI DI GATTO: I SUPER POTERI DEI MICI.

by Giuliana Giannattasio

Di Giuliana Giannattasio

Un animale così straordinario per struttura fisica e capacità, comunicazione e sensibilità, non poteva che avere un “super potere”!
Gli occhi del gatto non sono solo di una bellezza e un fascino mozzafiato, ma godono di capacità ben note a tutte, riassunte nel luogo comune secondo il quale il gatto è capace di vedere al buio.
Da bravo predatore notturno, gode di una vista binoculare, dono della natura che sa bene quali strumenti fornire ad ognuno di noi, secondo la vita che siamo chiamati a condurre.
La posizione frontale degli occhi nel gatto, consente una gestione perfetta della distanza con la preda per un risultato quasi sempre infallibile.

La vista è sicuramente il suo senso più sviluppato, questo grazie anche alle pupille a geometria variabile. È per questo che le vediamo allargarsi e assottigliarsi fino a diventare una fessura sottile, gestendo così la luce in modo impeccabile, più o meno intensa, senza essere abbagliati (pupilla sottile) o allargandosi al massimo per ottimizzare una luce molto bassa, quasi impercettibile ad un occhio normale.
Sotto la retina si nasconde un tappeto lucido che aumenta notevolmente la sensibilità ad una luce molto debole, potenziandola al massimo.
Ed ecco perché un filo di luce consente ai mici di vedere come in pieno giorno!
Di contro una luce abbagliante fara’ sì che la pupilla si assottigli e donerà un riflesso verde agli occhi, indipendentemente dal loro colore (tutti meravigliosi).

Per quanto la varietà dei colori percepiti dalla loro vista sia ridotta, il risultato in termini di capacità visiva e gestione della luce, è davvero straordinaria, perfetta per un predatore notturno.

Nala, fortunato simil siamesino.

Ma anche qui ci sono le eccezioni!
I mici strabici, solitamente siamesi, non godono degli stessi super poteri, proprio a causa dello strabismo convergente, che ostacola la qualità della vista e può inficiare i risultati della caccia.
La causa è una deformazione congenita delle vie nervose ottiche, che regala tuttavia fascino e tenerezza ad uno sguardo egualmente felino.
Compare durante il periodo di crescita, più evidente se il micio fissa un punto preciso o vive un momento di stress.

A sostegno e solidarietà dei gatti strabici, la leggenda racconta che tutto ebbe inizio quando un gatto siamese fu posto a sorvegliare un vaso di grande pregio.
La consapevolezza del valore del vaso, rese il micio concentrato a lungo ed esclusivamente su di esso…..fino a provocargli lo strabismo!

In foto copertina Oscar, fortunata adozione di un micino che stava per perdere la vista. Grazie ad Antonio e la sua famiglia per averlo accolto.

Oscar appena raccolto, 2 anni fa.

LEGGI ANCHE 👉

You Might Also Like