CUCCIOLI, PERCHÉ E QUANTO DEVONO RESTARE CON LA MADRE!

by Giuliana Giannattasio

Di Paola Volpe @paolavolpe_istruttore_cinofilo

Sapete perché è molto rischioso non consentire ai cuccioli un canonico tempo di affiancamento alla madre?
I mitici 60 giorni che prima erano addirittura 90?
Perché solo questa è in grado di impartire alla prole alcuni insegnamenti che produrranno effetti nel lungo termine!
Insieme a lei, resta fondamentale il ruolo della cucciolata, che fa emergere sin dalle prime settimane di vita, peculiarità comportamentali, e insegna a gestire dinamiche gerarchiche, ruoli, possesso.

Avete mai visto cuccioli di pochi giorni che ringhiano? O montano? O scavalcano i fratelli per accaparrarsi la mammella più carica di latte?
Ebbene, é molto probabile che questi cuccioli, saranno cani adulti con un certo carattere.
Come si fa a moderare la “prepotenza” di questi soggetti così spinti?
La mamma…
Infatti lei sa dare i giusti stop, anche SEVERI, quando serve.La mamma ringhia, divide le prime azzuffate.
Prende in bocca i piccoli, li costringe a mostrarsi arrendevoli, e solo successivamente li libererà delle sue fauci.
Ovviamente parliamo di cagne CAPACI, con un’età adeguata, perché ricordate che NON VENGONO TRASMESSE ALLA PROLE SOLO CARATTERISTICHE MORFOLOGICHE ED ESTETICHE… ma, anche COMPORTAMENTALI.

Motivo per cui, i cani NON EQUILIBRATI, o distanti da uno standard comportamentale di razza, non andrebbero fatti accoppiare.
Ma come si può ovviare alla mancanza precoce di una mamma?
Con un cane adulto, quasi sempre femmina.
IL CANE MODERATORE.
Un cane controllato, capace di sopperire alle mancanze della madre, senza mai finalizzare o mettere a rischio il cane sottoposto a sessione di contenimento.
Pretendete che la fase di affiancamento alla cagna sia del tempo giusto.
Pretendetelo per il futuro equilibrio del vostro animale, perché lo so anche io che è bello avere in mano un esserino di 30/40 giorni, ma, il tempo che state rubando al rapporto con la madre e la cucciolata, vi costerà CARISSIMO in futuro!

Se invece volete per forza portarli a casa quando vi avranno martoriato le mani coi dentini da latte, quando avranno provato ad uccidere il cane dei vicini, e quando vi ritroverete con un cane totalmente incapace di parlare con i suoi simili, tenete a portata di mano il numero di un bravo istruttore cinofilo!

You Might Also Like