IO, MICIO DI STRADA!

by Giuliana Giannattasio

Di Giuliana Giannattasio

Ci sono diversi stereotipi e pregiudizi da sfatare con la massima urgenza!
Mi chiedo come si tengano ancora in piedi, visto il cambio dei tempi in merito agli animali, attenzione e conoscenza che per quanto siano in forte aumento negli ultimi anni, si trascinano ancora la zavorra dettata dall’ ignoranza e dalla superficialità.

Il primo punto che mi preme affrontare è:

IL GATTO SI ARRANGIA SEMPRE.
Un gatto in strada non si arrangia per niente! Il contesto urbano non è di certo quello confacentesi alla sua natura, quindi c’è poco da cavarsela!
Spesso scacciati, elemosinano cibo e un riparo! Prede per nutrirsi quasi zero, automobili incuranti della loro presenza,  umani non proprio affidabili, freddo e gelo, caldo e acqua che scarseggia, cibo no comment, rumori e pericoli vari, nessun ausilio per chi necessita di cure e un posto caldo.
Nel caso delle colonie feline, si spera regolarmente registrate ad Asl e Comune di competenza, c’è forse qualche possibilità in più.
Cibo e acqua a cura di qualche gattara/o spesso mal vista da chi è rimasto ancorato senza speranza all’ era della pietra!
Se il tutore della colonia riesce a reggere alla corsa a ostacoli imbandita da chi non vuole i mici in zona, questi ultimi avranno il pasto razionato ma garantito, forse qualche ricovero, il resto affidato alla sorte e al meteo.

IL GATTO DI STRADA PORTA MALATTIE.
L’ unica cosa che “porta” è la tristezza nel cuore quando incrocio i loro occhi per strada, quando vorrebbero non andassi via tra fusa e carezze, quando li trovi ammalati e scheletrici implorare un po’ di tregua e riposo. L’ unica cosa che mi porto a casa è la pena nel cuore sapendo che vorrebbero godere di carezze, cibo e comfort in una casa, al caldo, al sicuro. Nessuna trasmissione, dunque, di alcuna malattia. Non all’ uomo, quantomeno. È chiaro che accoppiamenti e lotte tra maschi per il territorio, sono il primo veicolo per le più diffuse malattie virali tra gatti. Questo accade ancora dove nessuno sterilizza, e quindi in diversi Comuni, anch’essi bloccati all’età della pietra!

ADOTTARE UN MICIO DI STRADA È IMPOSSIBILE, NON SI AFFEZIONEREBBE.
Concludo con un’ultima panzana tra le piu svariate in circolo sull’argomento.
Sono innumerevoli gli esempi di adozioni da brividi portate a termine con gran successo da chi ha accolto uno degli ultimi, un micio di strada che in strada proprio non sarebbe sopravvissuto. Attaccato dagli altri, investito più volte, troppo cagionevole per vivere alle intemperie, questo uno dei motivi per accoglierlo più che mai.
E poi i più bisognosi, quelli abituati alla casa e poi abbandonati in strada a causa del punto primo, ossia TANTO SE LA CAVERÀ PERCHÉ È UN GATTO. Peggio ancora se dove ce ne sono altri, che chiaramente lo scacceranno in ogni modo!

Mici che appena arrivati a casa hanno dormito per giorni su un morbido cuscino, al tepore di un amore neanche mai immaginato.
La gratitudine di un gatto adulto o cucciolo che viene tolto dalla strada, provoca un’ emozione e una tenerezza unica.
Se è pur vero che alcuni mici abituati all’ esterno non vivono bene la limitazione in un ambiente chiuso, è alla portata di tutti riuscire a valutarne il carattere per poi decidere di compiere un piccolo grande miracolo nella loro vita e nella nostra.

ADOTTA UN MICIO DI STRADA!

📞3384823874

You Might Also Like